CHI SIAMO

Woman to be (donna per esserci) è un’associazione, basata sui principi di democrazia ed uguaglianza, si pone come scopo statuario quello fondamentale di sostenere e valorizzare in ambiti differenziati la partecipazione attiva, la rappresentatività e la professionalità delle donne.


Le socie fondatrici dell'associazione sono:


Maria Grazia Anatra

Docente di Lettere presso il Liceo-Scientifico Tecnologico di Viareggio si occupa da anni di progettazione formativa, sia collaborando con realtà private (Edizioni Piemme) che soggetti istituzionali nazionali (ANSAS) e regionali (Ex-IRRE Toscana, Ufficio Scolastico della Toscana). Specializzatasi tramite frequenza di Master e Corsi di Perfezionamento sui temi della certificazione di qualità e della formazione on line, attualmente è responsabile qualità dell’Agenzia formativa e dell’istituzione scolastica di appartenenza. Da alcuni anni si occupa di tematiche legate alle pari opportunità in qualità di responsabile del progetto Dafnet, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità. E’ responsabile Provinciale dell’Associazione Nazionale Docenti (AND) per conto della quale ha pubblicato articoli su tematiche educative.



Sonia Ceramicola


Terminati gli studi universitari, dopo alcune esperienze nel marketing e nella comunicazione, nel 1990 è assunta da una delle principali società nazionali di formazione professionale specialistica in ambito finanziario. Nel 1999 fonda TESEO, società di formazione specialistica per banche ed intermediari finanziari che si avvale della collaborazione di prestigiosi contesti universitari (Università di Siena - Università di Parma). TESEO opera in tutto il territorio nazionale con le principali realtà bancarie/assicurative. Nel 2003 TESEO completa la propria offerta formativa con l'Agenzia Formativa TESEO, accreditata presso la Regione Toscana.



Alice Paiotti


Imprenditrice del settore marmi e pietre, dopo una lunga gavetta nell’azienda di famiglia dove ha rivestito svariate posizioni, conquista una propria  identità personale e giuridica fondando la propra azienda la Payacht srl, reinventando il proprio core business arredi nautici con la pietra, a cavallo tra il monte e il mare (Pietrasanta e Viareggio).
Fa parte del gruppo delle socie fondatrici sentendo forte la necessità di traslare la propria esperienza a donne il cui percorso si deve ancora delineare.



Maria Luisa Palandri

Nata ad Altopascio (LU) il 14/15/1944, ha vissuto sempre a Viareggio dove è stata impegnata nel settore della cantieristica navale. Entrò infatti nel Novembre 1964 a far parte dell'organico del cantiere Sec Spa dove si costruivano navi mercantili di grandi dimensioni. Nel 1977 divenne dirigente assumendo la carica di direttore finanziario e amministrativo del Gruppo Sec che contava 18 Società operanti in svariati settori (nautica mercantile e da diporto, refitting navale, editoria, immobiliare, turistico ricreativo, gestione di 20 navi da pesca, commercializzazione prodotti ittici, ecc..). Dal 1995 al 2000 ha fatto parte del Consiglio Direttivo del Parco Naturale di Migliarino San Rossore acquisendo notevole esperienza in campo ambientale e gestione del territorio.



Barbara Pezzini


Laureata in Economia nel 2002, dopo varie esperienze nella Grande Distribuzione alimentare e nel Retail di Informatica, passando dal Marketing su progetti speciali alla divisione Acquisti, attualmente si occupa di Marketing di Privat Label presso una società della Distribuzione IT Italiana che sta iniziando un processo di Internazionalizzazione del business.
Dopo il Master in Governance e Strategia Aziendale, nel 2006 inizia un percorso nella Nautica sviluppando per Cantiere di famiglia– Cantiere Pezzini di Viareggio – ed altre cinque imprese viareggine, il progetto LOBYACHT che ottiene riconoscimenti e finanziamenti dalla Regione Toscana, Ministero dell’Economia e delle finanze e CE nell’ambito del programma regionale Azioni Innovative V.IN.C.I
Nel Luglio 2009 contribuisce alla creazione ed è Presidente di Viareggio Ba.Se.Refitting, un consorzio di diciassette imprese accessoriste della Nautica Viareggina che, di fronte al periodo di crisi del settore, si sono date la missione di “Salvaguardare il futuro delle imprese, il valore storico delle competenze la competitività e la notorietà della filiera nautica viareggina nel mondo.