24 agosto 2010

festival della mente sarzana - settima edizione

DOMENICA 5 SETTEMBRE.ORE 10.00.Chiostro San Francesco - euro 3.50

Lella Ravasi Bellocchio - Identità femminile e materna, mondi opposti?

C’è modo di vivere la ricerca e l’affermazione di un’identità complessa che tenga gli opposti in relazione dialettica tra loro? In ogni donna coesistono spinte alla realizzazione di sé, della propria autonomia e bisogno di dipendenza: tensioni opposte che spesso si manifestano in conflitti agiti nei rapporti con gli altri e soprattutto su di sé, con sofferenze psichiche, a volte con disturbi psicosomatici. La ricerca della propria identità, che tenga in un equilibrio l’appartenenza e la separatezza, è un vero lavoro che impegna per tutta l’esistenza e non può essere delegato, né vale il trucco di spostarlo su altri. Non servono illusioni d’amore: né un compagno né i figli potranno essere i contenitori delle nostre contraddizioni, a volte cariche d’ombre, a volte luminose.

Lella Ravasi Bellocchio
analista junghiana, membro dell’ARPA (Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica), della IAAP (International Association for Analytical Psychology) e del LAI (Laboratorio analitico delle immagini), è redattrice della Rivista di Psicologia Analitica, vive e lavora a Milano. Ha pubblicato, per Moretti & Vitali: Gli occhi d’oro (2004); con C. Gaillard L’inconscio creatore (2009); per Raffaello Cortina Editore: La lunga attesa dell’angelo (1992); con A. Del Bo Boffino Un cerchio dopo l’altro (1994); Come il destino (1999); Sogni senza sbarre. Storie di donne in carcere (2005); Di madre in figlia. Storia di un’analisi (nuova edizione, 2010).

Altre informazioni sul Festival della Mente su www.festivaldellamente.it

Nessun commento:

Posta un commento