6 giugno 2010

alessandra casarico, paola profeta, libere di scegliere quando andare in pensione

"... affrontare il tema del genere nel design dei sistemi pensionistici richiede di riconoscere l’influenza che sui redditi pensionistici esercitano altre politiche, come la tassazione dei redditi (su base individuale o familiare), la presenza di sussidi per la cura ai figli, gli orari scolastici o la flessibilità sugli orari di lavoro per i genitori in presenza di figli piccoli. Il differenziale pensionistico di genere ha origine nel mercato del lavoro. E’ nel momento dell’occupazione che si creano le differenze di genere che si perpetuano nei trattamenti pensionistici. E’ da qui che occorre iniziare se l’obiettivo è la parità di genere anche in sede pensionistica. Purtroppo la promozione del legame intergenerazionale all’interno delle famiglie italiane che figura in "Italia 2020, Piano d’azione per l’occupazione femminile", come elemento della strategia del governo per la promozione dell’occupazione femminile non fa ben sperare né per la riduzione delle differenze di genere nel mercato del lavoro, né per quelle in età pensionabile."

vedi in genere: alessandra casarico, paola profeta, libere di scegliere quando andare in pensione

Nessun commento:

Posta un commento